AstroloGoal va in vacanza. Buona Pasqua!

Posted by AstroloGoal | Varie | domenica 4 aprile 2021 8:45 am

AstroloGoal va in vacanza.

A tutti i nostri affezionati utenti auguriamo una Buona Pasqua!

Ciao, a presto.

buona-pasqua-calcio

Saturno e Marte favoriscono una possibile ripresa dei mercati a breve termine

Posted by AstroloGoal | Varie | sabato 21 marzo 2020 8:32 am

Articolo di Raymond Merriman

Il crollo dei mercati azionari mondiali è continuato anche la scorsa settimana, visto che è in corso il panico associato alla congiunzione Giove/Plutone. Tuttavia, ora stiamo entrando in una fascia temporale critica colma di fattori geocosmici importanti. Le borse mondiali sono calate così bruscamente in un solo mese, che ci si deve iniziare a chiedere se le azioni possano avere ora un valore interessante. Dopotutto, l’idea di passare ai contanti era dovuta alla convinzione che questi potessero essere utilizzati per riacquistare a un prezzo notevolmente ridotto. Ciò potrebbe accadere molto prima di quanto ci aspettiamo, almeno a breve termine, entrando in questo periodo dal 20 marzo al 7 aprile che contiene diversi fattori geocosmici d’inversione storicamente coerenti (secondo quanto delineato nel libro Previsioni 2020, n.d.t.). Questi includono quattro principali congiunzioni.

Nello studio dell’astrologia, ci sono due condizioni che simboleggiano un cambiamento nella coscienza collettiva e nella direzione dell’attività umana. Nell’astrologia finanziaria, una o entrambe di queste condizioni sono spesso presenti quando i mercati finanziari invertono le tendenze. Una è quando i pianeti entrano in congiunzione tra loro (cioè appaiono vicini tra loro nei cieli, visti dalla terra, nella loro orbita attorno al Sole). Le congiunzioni rappresentano la fine e l’inizio di un ciclo le cui dinamiche sono correlate ai pianeti e ai segni coinvolti. Quando due pianeti si avvicinano alla loro congiunzione, si compie la fase balsamica o finale di quel ciclo. Il ciclo sta finendo e la parte più difficile di ogni ciclo avviene nella sua parte finale. Una volta che i pianeti congiunti iniziano a separarsi, ciò segna le fasi iniziali di un nuovo ciclo o una nuova tendenza nell’attività umana. Questo mutamento è più pronunciato quando la congiunzione coinvolge  i pianeti più esterni vale a dire Giove, Saturno, Urano, Nettuno o Plutone. Come accennato in precedenza, Giove si sta approssimando alla prima delle sue tre congiunzioni esatte a Plutone del 4 aprile. Il secondo e il terzo passaggio avranno luogo il 30 giugno e il 12 novembre.

Tuttavia, poco prima che Giove si unisca a Plutone il 4 aprile, Marte entrerà in contatto con tutti e tre i pianeti coinvolti nello “Stellium del Capricorno” del 2020. Cioè, il 20 marzo Marte si congiungerà a Giove, seguito dalla sua congiunzione con Plutone il 23 marzo e con Saturno il 31 marzo. Marte agisce come un “grilletto”. Può attivare il nuovo ciclo quando congiunge i pianeti esterni leggermente prima o dopo che si incontrino. In questo caso, Marte attiverà Giove, Plutone e Saturno dal 20 al 31 marzo. Pertanto, esiste una ragione geocosmica per pensare che le recenti tendenze dell’attività umana possano essere pronte a invertire, almeno nel breve termine.

Ci sono anche altri motivi per supportare questo punto di vista. La seconda condizione astrologica che indica un cambiamento nella coscienza collettiva e nell’attività umana si riferisce ai pianeti che cambiano segno, noto come “ingresso”. Questa dinamica è più pronunciata quando l’ingresso coinvolge un pianeta esterno. Il 21 marzo Saturno (un pianeta esterno) lascerà temporaneamente il Capricorno per l’Acquario. Marte, il pianeta “grilletto”, farà lo stesso il 30 marzo. E il 31 marzo, questi due pianeti si uniranno l’un l’altro in zero gradi dell’Acquario, che è lo stesso grado della congiunzione ventennale tra Giove e Saturno che avverrà nel solstizio d’inverno, il 21 dicembre 2020. Avremo dunque un’anteprima di queste dinamiche nelle prossime due settimane.

Come se tutto questo non fosse abbastanza, circa l’attività geocosmica che simboleggia la possibilità di un cambiamento nell’atteggiamento e nelle tendenze, il Sole è appena entrato in Ariete, l’equinozio di primavera, il 19 marzo. La prossima settimana, il 24 marzo, avremo la luna nuova (una congiunzione tra il Sole e la Luna) in Ariete. L’Ariete e la luna nuova simboleggiano anche una “nuova stagione” e, in questo caso, un nuovo “anno celeste”. Il vecchio anno celeste e la fase balsamica di Marte verso Giove, Plutone e Saturno, stanno finendo.

La linea di fondo, secondo la mia comprensione della correlazione dei cicli planetari coi cicli nell’attività umana, è che il mondo può iniziare a vedere in maniera molto diversa questa pandemia e la minaccia economica che rappresenta. Potrebbe indicare che c’è più chiarezza, un adeguamento di massa a questa nuova realtà e a ciò che realmente significa, meno isteria e panico, e forse la consapevolezza che non è poi così terrificante come è sembrato da quando Marte è entrato in Capricorno il 16 febbraio. È interessante che la Cina non abbia segnalato nuovi casi di COVID-19 alla fine della scorsa settimana. Per inciso, il 16 febbraio ha coinciso anche con il picco dell’isteria in Cina a causa di questo scoppio, così come il punto medio dei massimi storici in diversi mercati azionari mondiali, tra cui gli Stati Uniti. Il massimo storico nell’indice Dow Jones è stato il 12 febbraio. Nei futures S&P e NASDAQ, è stato il 20 febbraio. In questa visione geocosmica, è dunque possibile che il “picco di panico” negli Stati Uniti e in Europa possa avvenire proprio ora, dato che queste quattro principali congiunzioni hanno luogo durante lo stesso periodo in cui Marte e Saturno lasciano il Capricorno (segno di preoccupazione, paura e senso di perdita) ed entrano in Acquario (segno di nuove scoperte e approcci per risolvere i problemi esistenti).

Tratto da MMA Weekly Column: March 23, 2020 (Published March 20, 2020)


In esclusiva per AstroloGoal, il libro Previsioni 2020 di Ray Merriman, il prezioso volume annuale di previsioni astrologiche, con le più accurate proiezioni di borsa e mercati finanziari, economia, politica internazionale, finalmente disponibile in italiano. Merriman è un grande esperto sia di astrologia che di analisi dei mercati e dirige una società di consulenza operativa finanziaria specializzata in mercati azionari, valutari, metalli preziosi e materie prime. I suoi libri sono pubblicati in tutto il mondo.

Non perdere l’occasione di conoscere i futuri scenari della finanza, dell’economia e della politica mondiale! Da un esperto riconosciuto di fama internazionale, l’oroscopo 2020 di Raymond A. Merriman, finalmente in italiano!


Crollo del mercato azionario e Coronavirus secondo l’astrologia

Posted by AstroloGoal | Varie | sabato 29 febbraio 2020 7:39 pm

Articolo di Raymond Merriman

Da dove iniziare dopo una settimana come questa?

Suppongo che si potrebbe iniziare con la gratitudine per le persone che apprezzano così tanto il tuo lavoro. Quindi, grazie a tutti coloro che hanno inviato e-mail, messaggi, telefonate, ecc., lodandomi per le previsioni fatte nel libro Previsioni 2020. Nel libro avevo previsto un crollo nel mercato azionario, idealmente atteso entro marzo 2020, che avrebbe superato il calo più marcato del 2019 (7,5%), ma probabilmente non più acuto del declino che ha avuto luogo tra ottobre e dicembre 2018 (19,2% nel DJIA, oltre il 20% nello S&P). Tuttavia, avere ragione nell’allertare i lettori sul grave ribasso che è appena accaduto (e che potrebbe essere ancora in corso) non è qualcosa su cui poter fondare una reputazione. Come analista di mercato, sei bravo solo quanto la tua ultima previsione mentre più importante ancora è la successiva. Prevedere il picco di un mercato è una cosa. Predire il fondo che ne segue, e l’eccezionale opportunità di acquisto che si presenterà, è altrettanto importante e stimolante.

C’è un vecchio detto che ripeto a tutti gli studenti delle mie classi MMA: “I mercati salgono a gradini e scendono in ascensore”. Nell’ultima settimana, sembrava che tutti i cavi che reggevano l’ascensore si fossero rotti, poiché i mercati azionari di tutto il mondo hanno registrato cali record giornalieri e settimanali. Ci si chiede se queste strutture (ascensori, edifici, economie, governi) siano state costruite sulla sabbia, come un mazzo di carte, o come qualcosa di sostanziale destinato a durare. Lo scopriremo presto, poiché la Luna piena dell’8-9 marzo avrà luogo con Sole e Nettuno congiunti in Pesci, e Mercurio terminerà questo ciclo retrogrado particolarmente infido.

Non sono stati solo i mercati azionari mondiali a essere duramente colpiti la scorsa settimana. Così hanno fatto il greggio, l’oro, l’argento e il dollaro USA. Ma come si spiega che l’oro e l’argento siano caduti così duramente insieme al dollaro USA? Solo con Mercurio retrogrado in Pesci. D’altra parte, è stata una settimana fantastica per i titoli del tesoro e le valute, poiché i tassi d’interesse a lungo termine negli Stati Uniti sono scesi a un nuovo minimo storico. Questa è più una funzione del ciclo Saturno/Plutone, come indicato nei grafici e negli studi forniti nel libro Previsioni 2020. Ma non preoccupatevi. Questo basso tasso d’interesse probabilmente non durerà a lungo, secondo quegli studi. Come nota a margine, se non avete ancora acquistato una copia del libro Previsioni 2020 in italiano e desiderate avere un’idea di come sarà il resto dell’anno, lo potete fare a questo link.

Ci sono così tante cose in questo momento, secondo gli studi geocosmici e ciclici, che ci vorrebbero alcune pagine per spiegarle adeguatamente. Un buon punto di partenza è il fenomeno planetario più significativo in vigore nel 2020, e cioè – era – la congiunzione Saturno/Plutone (che avviene ogni 32-37 anni) nel Capricorno del 12 gennaio. Con una sfera di circa due anni può avere una correlazione con le condizioni del mondo. Nello studio dell’astrologia, Plutone riguarda eventi o condizioni che minacciano la vita umana e/o i sistemi operativi. Saturno riguarda le strutture e le basi, come edifici, governi, il sistema finanziario mondiale e l’economia. Il Coronavirus e il dramma che si sta svolgendo rappresentano davvero una tale minaccia, sia per le vite che per i sistemi di funzionamento umano. E sì, le ultime due volte in cui si è verificato questo ciclo a lungo termine hanno coinciso con altrettante minacce alla vita umana, con lo scoppio dell’Aids nell’ultimo caso all’inizio degli anni ’80 e la polio tra la metà e la fine degli anni ’40. In ogni caso, furono scoperte delle cure e la minaccia fu infine contenuta.

Successivamente, consideriamo la congiunzione Giove/Plutone, che si verificherà tre volte a causa del moto retrogrado di Giove nel 2020. Il primo passaggio sarà il 4 aprile 2020. L’ultima volta che questa congiunzione si è svolta è stata l’11 dicembre 2007, il mese stesso in cui iniziò la “Grande recessione”, e solo due mesi dopo il massimo storico di allora formatosi nel Dow Jones Industrial Average l’11 ottobre 2007. Il massimo storico nel DJIA ora si è verificato il 12 febbraio, un po’ meno di 2 mesi prima che questo aspetto si svolgesse. Interessante. Ma se torniamo indietro e studiamo gli 11 casi precedenti (dal 1860), scopriremmo che vertici di cicli a lungo termine si sono verificati entro due mesi e più spesso erano picchi piuttosto che fondi.

Abbiamo già fornito studi approfonditi nel libro Previsioni 2020 circa il transito di Giove tra il 10º Sagittario e il 20º Capricorno, dimostrando la sua corrispondenza del 90% con picchi di cicli a lungo termine negli indici azionari statunitensi. Giove attraverserà il 20º Capricorno nelle prossime due settimane e lo farà di nuovo due volte prima di novembre. Questo è stato uno dei fattori per la nostra previsione di un importante picco di mercato che poteva essere raggiunto entro marzo 2020. Pertanto, abbiamo tre principali cicli planetari a lungo termine che sono correlati storicamente con importanti massimi nelle azioni statunitensi e/o implicitamente – attraverso i loro significati astrologici – con qualcosa di grande (cioè un “cigno nero”) – che possa accadere nel mondo causando una grave perturbazione nell’attività umana e che potrebbe essere riflesso nel prezzo degli indici azionari mondiali.

Ora ci sono fattori planetari più brevi che potrebbero restringere il tempo attuale come importante. Ma realisticamente, nessun astrologo professionista dipenderebbe esclusivamente da questi aspetti geocosmici a breve termine per fare una previsione che possa descrivere il tipo estremo di performance dei mercati cui abbiamo assistito la scorsa settimana. Eppure, nel contesto dei più grandi cicli planetari appena descritti, Mercurio retrogrado in Pesci, ad esempio, che è iniziato il 16 febbraio e terminerà il 9 marzo, può rappresentare spesso un momento difficile per ottenere fatti chiari e raccogliere informazioni sufficienti per prendere una decisione corretta. Ma in Pesci la sfida di ottenere dati precisi o informazioni sufficienti è ancora più impegnativa. Inoltre, quando i mercati iniziano a dare slancio al rovescio della medaglia, questa mancanza di dati adeguati può portare a speculazioni selvagge, che a loro volta alimentano l’isteria e che possono portare al panico, specialmente nel contesto di Giove (esagerazione) che si avvicina a Plutone in Capricorno (paura). Per non parlare, ovviamente, di Saturno che è anch’esso nel Capricorno, e questi sono i due pianeti principali legati alla “paura” (mentre Giove e Sagittario si riferiscono alla “avidità”).

Il punto interessante qui è che Mercurio entrerà brevemente in Acquario questa settimana, fino al 16 marzo, un periodo che ha un simbolismo di supporto a una nuova scoperta per affrontare una crisi urgente. Saturno seguirà col proprio ingresso nell’Acquario (scoperte scientifiche) il 21 marzo.

Un altro fattore geocosmico che alcuni astrologi hanno attribuito alla forza del declino della scorsa settimana è il transito di Marte sul nodo sud della Luna, avvenuto il 24 febbraio. È vero che un aspetto di Marte può dare più “fuoco e furia” a qualunque altra cosa stia succedendo. Ma da solo, non è sufficiente a giustificare una prospettiva attendibile di un declino del mercato, per non parlare di una di queste dimensioni. Se si guarda indietro alla storia di questo evento geocosmico, la correlazione è piuttosto debole e incoerente, anche se ci sono stati un paio di casi in cui si sono verificate grandi vendite, come l’enorme calo dell’ottobre 1987. Ma dato che quest’aspetto accade circa ogni 18-22 mesi, si tratta di eccezioni piuttosto che di regole e richiedono almeno 2-3 altri indicatori geocosmici per supportare tale previsione. Di per sé, trovo che la correlazione Marte/Nodo con notevoli ribassi del mercato azionario sia affidabile circa il 20%, usando gli ultimi 40 casi.

Ora concludiamo con ciò che sta accadendo attualmente. Venere in Ariete (una combinazione di “detrimento”) ha iniziato il suo aspetto quadrato con lo “Stellium del Capricorno”. Cioè, ha quadrato Giove (esagerazione) il 23 febbraio. Ha quadrato Plutone venerdì 28 febbraio. E concluderà col quadrato a Saturno martedì 3 marzo. Una delle nostre regole è che qualsiasi mercato in ribasso durante un aspetto disarmonico di Venere con Saturno è un candidato per un’inversione (rally) entro due giorni di borsa. Il giorno successivo, il 4 marzo, Venere entrerà nel suo segno dominante del Toro, dove è forte, e Mercurio tornerà indietro in Acquario, dove è aperto alle invenzioni e alle scoperte, e meno vulnerabile all’isteria causata dalla mancanza di informazioni. Questo offre speranza ai mercati, secondo me. Poco dopo, la luna piena si verificherà l’8-9 marzo, mentre Sole e Nettuno si congiungeranno nel segno dei Pesci (ci sarà ancora un po’ di confusione e incredulità). Venere si unirà a Urano e Mercurio terminerà il suo moto retrogrado nello stesso periodo, l’8-9 marzo.

Nel frattempo, cercate di rimanere calmi, cercate dati precisi ed evitate l’isteria causata da ipotesi diffuse da altri. Usate il vostro buon senso.

Tratto da MMA Weekly Column: March 2, 2020 (Published February 28, 2020)


In esclusiva per AstroloGoal, il libro Previsioni 2020 di Ray Merriman, il prezioso volume annuale di previsioni astrologiche, con le più accurate proiezioni di borsa e mercati finanziari, economia, politica internazionale, finalmente disponibile in italiano. Merriman è un grande esperto sia di astrologia che di analisi dei mercati e dirige una società di consulenza operativa finanziaria specializzata in mercati azionari, valutari, metalli preziosi e materie prime. I suoi libri sono pubblicati in tutto il mondo.

Non perdere l’occasione di conoscere i futuri scenari della finanza, dell’economia e della politica mondiale! Da un esperto riconosciuto di fama internazionale, l’oroscopo 2020 di Raymond A. Merriman, finalmente in italiano!


Urano e la cerimonia del tè – Recensione libro di Marco Pesatori

Posted by AstroloGoal | Varie | sabato 4 gennaio 2020 10:53 am

Marco Pesatori fa appello alla sua innata e suggestiva vocazione all’indagine astrologica più profonda e ci consegna questo interessante volume sulla natura simbolica dei pianeti lontani. La cerimonia del tè viene qui usata come metafora per “scandire le funzioni dell’essere” che, secondo la tesi dell’autore, le simbologie dei tre pianeti lenti starebbero ad indicare, “nei meccanismi del carattere degli individui e in quelli della società che gli stessi costruiscono”.

Secondo Pesatori, “l’uomo è sempre più sconnesso da una dimensione di equilibrio naturale“ e la ricetta per invertire la rotta di un mondo votato all’autodistruzione sarebbe la difficile, ma necessaria, conquista di una rinnovata armonia tra le energie potenti che i pianeti più esterni del sistema solare rappresenterebbero. Plutone ci viene proposto in qualità di “corpo desiderante”, Nettuno come “ideale dell’Io, forma, esigenza di mutare il bisogno in arte” e Urano come “sintesi realizzata” dei primi due, e dunque “azione felice, processo reale e non immaginario del vivere giorno dopo giorno, immersi in un presente che non è insensibile alla memoria del passato che lo ha prodotto, e non è reso ansioso dal futuro in arrivo”.

In particolare il pianeta nano Plutone – si veda a tal proposito il nostro articolo sulla definizione, anche astrologica, di questo corpo celeste – viene descritto da Pesatori con una coloritura a tinte forti: “Plutone come desiderio del corpo primordiale è pura libido, pulsione sessuale, sessualità assoluta che spinge verso l’Altro fino ad annullarsi, consumarsi, perdersi, innescando l’esplosione orgasmica che si connetterà a un’altra ben nota simbologia di Plutone, quella accettata da tutti gli astrologi degli ultimi decenni, di fecondità e creatività“. E ancora: “Plutone è dinamico. Si forma e si deforma. Attacca e disfa. Tutto ciò che ne disturba il flusso conduce a fenomeni morbosi“; “è l’Ombra junghiana, che più la si rimuove più si solleva, sorge, appare come visione che si impone comunque dai baratri e dagli orridi dei cunicoli mentali e dalle voragini dell’animo umano“.

Secondo la prospettiva junghiana di “sistema psichico totale come qualcosa che si trova in continuo moto energetico“, Plutone rappresenterebbe dunque un concetto allargato di libido, una sorta di appetito universale che andrebbe ben oltre i confini dell’ambito sessuale: “Plutone come simbolo degli archetipi, di quei contenuti che appartengono alla collettività e oltrepassano gli ambiti individuali, conferma comunque la carica altissima di energia insita nel simbolo“. La lentezza di questo lontano e minuscolo oggetto celeste lo connoterebbe, inoltre, come “spirito sotterraneo del tempo“, segno distintivo di intere generazioni.

Interessante, inoltre, il richiamo di Pesatori al concetto di ‘onda pilota’, intesa come “meccanismo di informazione attiva in grado di guidare in continuazione lo stato quantistico delle particelle”, in pratica ”una funzione d’onda universale dalle caratteristiche non-locali, in grado di permettere alle particelle di interagire istantaneamente qualunque sia la distanza che le separa”. In questo ‘potenziale quantico’ che tutto pervade e tutto influenza, l’astrologia contemporanea potrebbe “addirittura trovare un barlume di giustificazione scientifica” e “vedere rivoluzionata la sua propensione al meccanicismo e a certo determinismo”, considerato troppo ‘assertivo’ dall’autore.

In questo curiosissimo libro di Marco Pesatori, padre indiscusso dell’astrologia del pallone made in Italy, troviamo, tra gli altri, un brillante ritratto astrologico di Diego Armando Maradona, nato a Lanùs (nella periferia di Buenos Aires, Argentina), il 30 ottobre 1960 alle ore 7:05.

Il suo Sole in Scorpione, scrive Pesatori, “è in strettissima congiunzione con Nettuno, nella casa nettuniana Dodicesima”. Maradona è dunque un “nettuniano per sensibilità (anche e soprattutto di piedi, piedi-casa Dodicesima) e slanci idealistici sempre anticonformistici, fuori dal coro”. Inoltre, “si veda quella fantastica e davvero extraterrestre Luna nei Pesci” in aspetto armonico stretto a Marte, “medianica e geniale, nettuniana oltre ogni limite”.

Urano e la cerimonia del tè. Dialettiche e intrecci dei tre simboli fondamentali dell’astrologia contemporanea: Urano, Nettuno e Plutone

Libri

AstroloGoal va in vacanza. Buone Feste!

Posted by AstroloGoal | Varie | lunedì 23 dicembre 2019 9:55 am

 

AstroloGoal va in vacanza.

A tutti gli affezionati utenti auguriamo Buone Feste e un 2021 vincente!

Ciao, a presto!

Hi, we’re going on vacation.

We wish all our loyal users good holidays and a winning 2021!

We will be seeing you soon.

 

Consigli Fantacalcio 13a Giornata Serie A – Probabili Formazioni e Marcatori

Posted by AstroloGoal | Varie | giovedì 21 novembre 2019 3:48 pm

fantacalcio-astrologoal-oddschecker

Serie A 13a giornata: probabili formazioni, consigli per il fantacalcio e marcatori

 

ATALANTA – JUVENTUS: sabato 23 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Gomez, Pasalic; Muriel
Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, De Sciglio; Khedira, Pjanic, Rabiot; Ramsey; Dybala, Cristiano Ronaldo

CONSIGLI:

Ballottaggio Zapata-Pasalic in attacco, col secondo favorito per una marcatura. Dubbio per Freuler in mediana causa affaticamento. Malinovskyi e Ilicic out per squalifica, si sconsigliano Hateboer, Palomino e Gollini per questo turno. Per la Juve spazio sulla fascia a De Sciglio, consigliato, che sostituisce Alex Sandro infortunatosi in nazionale. Fortemente consigliato Ramsey, in campo a supporto di un attacco formato da Dybala e Cristiano Ronaldo. Pjanic in dubbio dal 1’ per guaio muscolare: allertato Bentancur, in forma smagliante secondo le nostre proiezioni. Bene Szczesny, sconsigliato Rabiot. Attenzione a Barrow e Douglas C. da subentranti. Marcatore in qualsiasi momento: Pasalic (miglior quota 3.90), Ramsey (miglior quota 4.20).

  

MILAN – NAPOLI: sabato 23 novembre, ore 18:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Theo Hernandez; Paquetà, Biglia, Krunic; Suso, Piatek, Bonaventura
Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Zielinski, Fabian Ruiz, Insigne; Lozano, Mertens

CONSIGLI:

Out Bennacer e Calhanoglu, torna il consigliato Biglia a dettare i tempi. Sulla fascia ballottaggio Conti-Calabria, col secondo favorito dalle nostre proiezioni che vedono anche Piatek prossimo a una realizzazione. Tra Bonaventura e Rebic, preferiamo il secondo. Consigliati anche Romagnoli, Theo Hernandez, Krunic, Paquetà e Suso. Attenzione a Kessié e Leao da subentranti. Nel 4-4-2 di Ancelotti sulla fascia sinistra tra Mario Rui, Hysaj e Luperto preferiamo quest’ultimo, mentre sconsigliamo il dirimpettaio Di Lorenzo. Bene Manoloas, Callejon e Zielinski, con Mertens il più probabile a rete. Marcatore in qualsiasi momento: Piatek (miglior quota 2.70), Mertens (miglior quota 2.50).

  

TORINO – INTER: sabato 23 novembre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, NKoulou, Bremer; Aina, Baselli, Rincon, Meité, Ansaldi; Verdi, Belotti
Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic, Gagliardini, Biraghi; Lukaku, Martinez

CONSIGLI:

Nel trio difensivo di Mazzarri raccomandiamo Izzo. Out Lyanco, da valutare insieme a Bonifazi e Baselli, tutti in dubbio per noie fisiche. In mediana scegliamo Rincon ed eviteremo Aina mentre in avanti tra Verdi e Berenguer il secondo è favorito dalle nostre proiezioni, con Belotti probabile marcatore. Per gli ospiti, bene tutta la difesa con Skriniar sugli scudi, mentre in mediana dovrebbero mettersi in evidenza Brozovic e Gagliardini, in ballottaggio con Vecino, tutti consigliati anche per un gol. Lautaro e Lukaku, meglio il primo, sul fronte offensivo proveranno a incidere. Occhio a Esposito e Zaza da subentranti. Marcatore in qualsiasi momento: Belotti (miglior quota 2.70), Brozovic (miglior quota 3.60).

 

BOLOGNA – PARMA: domenica 24 novembre, ore 12:30

FORMAZIONI PROBABILI:

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Tomiyasu, Denswil, Krejci; Medel, Poli; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio
Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Kucka, Scozzarella, Barillà; Kulusevski, Gervinho, Sprocati

CONSIGLI:

Tra Orsolini, Soriano (in ballottaggio con Svanberg, consigliato) e Sansone, preferiamo quest’ultimo dietro Palacio per un gol. Consigliato anche Tomiyasu in difesa. Nel Parma si conferma l’attacco formato da Kulusevski e Sprocati con Gervinho, consigliato sebbene in recupero da lesione e in ballottaggio con Brugman. In mezzo dovrebbero mettersi in evidenza Kucka e Barillà, mentre dietro opteremo per Alves e Gagliolo. Marcatore in qualsiasi momento: Sansone (miglior quota 2.88), Kucka (miglior quota 4.80).

 

ROMA – BRESCIA: domenica 24 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Smalling, Fazio, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo, Pastore, Kluivert; Dzeko
Brescia (4-3-3): Joronen; Sabelli, Magnani, Cistana, Martella; Bisoli, Tonali, Romulo; Spalek, Balotelli, Ayé

CONSIGLI:

Partono dalla panchina Pellegrini e Mkhitaryan e sono da valutare le condizioni di Mancini, consigliato nonostante l’affaticamento subìto in Nazionale, con Diawara pronto a subentrare. Alle spalle di Dzeko agiranno Zaniolo e Pastore, tutti consigliati e probabili marcatori, con uno tra Kluivert e Under a supporto, meglio il primo. Da evitare Spinazzola. Nel 4-3-3 ospite, Spalek e Ayé sono in vantaggio per una maglia, al fianco di Balotelli, tutti consigliati anche per una marcatura. Il centrocampo composto da Bisoli, Tonali e Romulo non convince per questo turno, mentre in difesa punteremo su Cistana. Rivedibili i portieri. Marcatore in qualsiasi momento: Dzeko (miglior quota 1.80), Ayé (miglior quota 5.50).

 

SASSUOLO – LAZIO: domenica 24 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Romagna, Marlon, Kyriakopoulos; Locatelli, Obiang, Djuricic; Boga, Caputo, Defrel
Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile

CONSIGLI:

Con Berardi infortunato, Defrel, Caputo e Boga i prescelti in attacco, meglio gli ultimi due anche per una marcatura. Nel ballottaggio tra Romagna e Ferrari, preferibile il secondo, mentre tra Locatelli, Djuricic e Obiang, l’equatoguineano dovrebbe riuscire a mettersi in evidenza. Bene Consigli tra i pali, a differenza di Strakosha. Inzaghi non cambia assetto tattico, con Correa e Immobile in avanti e col primo favorito per una marcatura. Da monitorare Marusic, le nostre scelte per questo turno ricadono su Radu e Milinkovic-Savic. Attenzione a Lukaku, Cataldi e Caicedo da subentranti, anche per una rete a sorpresa. Marcatore in qualsiasi momento: Caputo (miglior quota 2.60), Correa (miglior quota 2.50).

 

VERONA – FIORENTINA: domenica 24 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Gunter; Faraoni, Amrabat, Pessina, Lazovic; Verre, Zaccagni; Salcedo
Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Benassi, Badelj, Zurkowski, Dalbert; Ribery, Chiesa

CONSIGLI:

Con Kumbulla out per lesione muscolare, nel 3-4-2-1 di Juric per questo turno si prevedono prestazioni di rilievo da parte di Rrahmani, Dawidowicz, Gunter e Faraoni, con la conferma in attacco di Salcedo al posto di Stepinski, entrambi consigliati. Puntiamo su una marcatura a sorpresa di Lazovic. Torna la coppia ChiesaRibery dopo la squalifica del francese, favorito per una marcatura in quanto rigorista. A supporto, ballottaggio ZurkowskiVlahovic, consigliati entrambi. Out Pulgar e Castrovilli per squalifica, si raccomandano Pezzella e Badelj mentre eviteremo Milenkovic. Marcatore in qualsiasi momento: Lazovic (miglior quota 4.50), Ribery (miglior quota 3.10).

 

SAMPDORIA – UDINESE: domenica 24 novembre, ore 18:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Sampdoria (4-4-2): Audero; Depaoli, Colley, Ferrari, Murru; Rigoni, Ekdal, Vieira, Jankto; Caprari, Quagliarella
Udinese (3-5-2): Musso; Nuytinck, Troost-Ekong, Samir; Stryger Larsen, Mandragora, Jajalo, de Paul, Sema; Nestorovski, Lasagna

CONSIGLI:

Ballottaggio CaprariGabbiadini per far coppia con Quagliarella in attacco, tutti consigliati. Sulle due fasce, tra Depaoli e Jankto preferiremo il secondo. Dietro, bene sia Ferrari che Audero. Squalificati Okaka e Becao, Lasagna e Nestorovski si giocano un posto davanti nel 3-5-2 con Teodorczyk, consigliato. Candidati a una marcatura sia De Paul che Nuytinck a sorpresa. Consigliati anche Samir, Sema e Mandragora, favoriti dalle nostre proiezioni. Marcatore in qualsiasi momento: Quagliarella (miglior quota 2.38), De Paul (miglior quota 4.40).

 

LECCE – CAGLIARI: domenica 24 novembre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Meccariello, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Majer, Tachtsidis, Petriccione; Mancosu; Lapadula, Babacar
Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Klavan, Pisacane, Lykogiannis; Ionita, Cigarini, Rog; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone

CONSIGLI:

La caviglia di Lapadula tiene in apprensione Liverani che schiera Mancosu, consigliato in quanto rigorista, alle spalle di Babacar con La Mantia in preallarme. Out Farias, Tabanelli e Falco, raccomandiamo Rossettini e Petriccione, favoriti dalle nostre proiezioni. Bene anche Gabriel e Shakhov, in ballottagio con Tachtsidis e Imbula, tutti consigliati. Per Maran, in dubbio Pellegrini e il positivo Nandez, nel 4-3-1-2 Nainggolan alle spalle di Joao Pedro e Simeone, tutti consigliati ma col brasiliano favorito per un gol. Si attende una partita maiuscola da parte di Cigarini e Klavan, mentre Olsen è da evitare tra i pali. Marcatore in qualsiasi momento: Mancosu (miglior quota 2.80), Joao Pedro (miglior quota 2.45).

 

SPAL – GENOA: lunedì 25 novembre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:

Spal (3-5-2): Berisha; Igor, Vicari, Felipe; Strefezza, Murgia, Missiroli, Kurtic, Reca; Petagna, Paloschi
Genoa (4-2-3-1): Radu; Ghiglione, Romero, Zapata, Ankersen; Schone, Cassata; Pandev, Lerager, Agudelo; Pinamonti

CONSIGLI:

Tra Petagna e Floccari, in ballottaggio con Di Francesco e Paloschi, preferiamo quest’ultimo sul fronte d’attacco. Out Fares per infortunio e Tomovic con Cionek squalificati, spazio a Strefezza e Murgia, consigliati sebbene in dubbio, col positivo Sala in preallarme, mentre tralasceremo Kurtic per questo turno. Infortunato Kouamé, Thiago Motta propone Pinamonti unica punta, favorito dalle nostre proiezioni per un gol, insieme a Lerager e Agudelo, tutti consigliati. Bene anche Cassata e occhio a Gümüs e Sanabria da subentranti. Marcatore in qualsiasi momento: Paloschi (miglior quota 3.70), Pinamonti (miglior quota 3.25).


In arrivo a dicembre, in esclusiva per AstroloGoal, il libro Previsioni 2020 di Ray Merriman, il prezioso volume annuale di previsioni astrologiche tradotto in italiano, con le più accurate proiezioni di borsa e mercati finanziari, economia, politica internazionale e un dettagliato oroscopo dedicato a ciascun segno zodiacale. Merriman è un grande esperto sia di astrologia che di analisi dei mercati e dirige una società di consulenza operativa finanziaria specializzata in mercati azionari, valutari, metalli preziosi e materie prime. I suoi libri sono pubblicati in tutto il mondo.

Non perdere l’occasione di conoscere i futuri scenari della finanza, dell’economia e della politica mondiale! Da un esperto riconosciuto di fama internazionale, l’oroscopo 2020 di Raymond A. Merriman, finalmente in italiano!


Consigli Fantacalcio 12a Giornata Serie A – Probabili Formazioni e Marcatori

Posted by AstroloGoal | Varie | mercoledì 6 novembre 2019 4:51 pm

fantacalcio-astrologoal-oddschecker

Serie A – 12a giornata: probabili formazioni, consigli per il fantacalcio e marcatori

 

SASSUOLO – BOLOGNA: venerdì 8 novembre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Marlon, Romagna, Peluso; Traore, Magnanelli, Duncan; Berardi, Defrel, Boga

Bologna (4-2-3-1): 4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Bani, Krejci; Dzemaili, Svanberg; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio

CONSIGLI:

Mister De Zerbi si affida al 4-3-3 con Boga e Djuricic in ballottaggio per affiancare in avanti Berardi e Defrel, meglio il secondo per una probabile marcatura secondo le nostre proiezioni. Consigliati anche Marlon e Romagna in difesa mentre eviteremo Magnanelli che sostituisce lo squalificato Obiang. Nel Bologna, Soriano dovrebbe confermarsi ad alti livelli, come anche Orsolini, entrambi consigliati alle spalle di uno tra Palacio e Santander, meglio il secondo. Da evitare l’acciaccato Dijks. Marcatore in qualsiasi momento: Defrel (miglior quota 3.30), Orsolini (miglior quota 4.00).

 

BRESCIA – TORINO: sabato 9 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Brescia (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Cistana, Gastaldello, Mateju; Bisoli, Tonali, Zmrhal; Romulo; Balotelli, Donnarumma

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Nkoulou; Aina, De Silvestri, Rincon, Meitè, Ansaldi; Belotti, Verdi

CONSIGLI:

Verso la conferma di Romulo dietro Balotelli e Donnarumma, meglio il terzo come probabile marcatore. In mezzo al campo dovrebbero imporsi con autorità Zmrhal, Bisoli e Mateju, tutti consigliati come anche i difensori Sabelli e Cistana. Molto bene anche Alfonso tra i pali. Per il Toro, davanti all’ottimo Sirigu consigliamo il terzetto difensivo al completo, mentre in mediana Meité si candida a potenziale marcatore a sorpresa, secondo le nostre proiezioni. Bene anche il rientrante Rincon. Tra Belotti e Verdi in attacco, preferiamo il subentrante Zaza. Marcatore in qualsiasi momento: Donnarumma (miglior quota 2.50), Meité (miglior quota 11.00).

 

INTER – VERONA: sabato 9 novembre, ore 18:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro Martinez, Lukaku

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Gunter; Faraoni, Amrabat, Pessina, Lazovic; Verre, Zaccagni; Salcedo

CONSIGLI:

Conte ritrova Sensi e Asamoah, entrambi consigliati, con quest’ultimo in ballottaggio con Biraghi. A destra rivedibile Candreva. Dietro bene sia Skriniar che De Vrij, peraltro a rischio turnover. In attacco Martinez si candida a probabile marcatore, secondo le nostre proiezioni. Attenzione a Lazaro e Politano da subentranti. Raccomandato Handanovic tra i pali. Per gli ospiti, torna Gunter in difesa dove al posto dell’infortunato Kumbulla giocherà Dawidowicz, entrambi consigliati. Out Veloso, in mediana largo a Pessina. In avanti scalpita Salcedo, ben supportato da Verre e Zaccagni, meglio il primo per un gol a sorpresa. Marcatore in qualsiasi momento: Lautaro Martinez (miglior quota 2.00), Verre (miglior quota 6.50).

 

NAPOLI – GENOA: sabato 9 novembre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Zielinski, Fabian Ruiz, Insigne; Milik, Mertens

Genoa (4-2-3-1): Radu; Ghiglione, Romero, Zapata; Ankersen; Schone, Lerager; Pandev, Saponara, Agudelo; Pinamonti

CONSIGLI:

Fuori Allan per una distorsione, in mezzo dovrebbe essere la gara di Fabian Ruiz, consigliato, come anche di Milik e Mertens che non dovrebbero lassciare scampo a Radu, fortemente a rischio malus, e segnare almeno un gol a testa. Bene Meret tra i pali, consigliato portiere della settimana. Per il Grifone, fuori Kouamé per impegni nazionali, nel 4-2-3-1 di Thiago Motta è Pinamonti l’unica punta, ben supportato da Pandev e Saponara, consigliati, e Agudelo. Evitabili Ankersen e Radovanovic. Marcatore in qualsiasi momento: Milik (miglior quota 1.85), Mertens (miglior quota 1.95).

 

CAGLIARI – FIORENTINA: domenica 10 novembre, ore 12:30

FORMAZIONI PROBABILI:

Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Faragò, Klavan, Pisacane, Pellegrini; Nandez, Rog, Nainggolan; Castro; Joao Pedro, Simeone

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Venuti; Sottil, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Boateng, Chiesa

CONSIGLI:

Dovrebbe essere confermata la formazione che ha sbancato Bergamo. Per questo turno in difesa consigliamo Faragò e Pisacane. Da evitare invece Olsen, a forte rischio malus. Bene le due punte Joao Pedro e Simeone, col primo favorito per una marcatura. Nel ballottaggio tra Nandez e Oliva preferiamo il primo. Attenzione a Ionita da subentrante. Nella viola, tra Chiesa e Boateng sul fronte avanzato raccomandiamo il primo per una probabile marcatura, ma anche Pulgar in qualità di rigorista. Dietro torna Pezzella dopo la squalifica ma noi gli preferiremo Milenkovic. Molto bene anche Sottil in fascia e Dragowski tra i pali. Marcatore in qualsiasi momento: Joao Pedro (miglior quota 2.70), Pulgar (miglior quota 3.60).

 

LAZIO – LECCE: domenica 10 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Bastos; Lazzari, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Cataldi, Lulic; Luis Alberto; Immobile

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Meccariello, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Majer, Tachtsidis, Petriccione; Mancosu; Falco, Lapadula

CONSIGLI:

Out per noie muscolari Radu, Marusic, Correa e da valutare Caicedo, in avanti dovrebbero esserci Luis Alberto e Immobile, col consigliato Cataldi in mediana. Dietro a svettare Acerbi e Bastos, col secondo anche marcatore a sorpresa. Da rivedere Milinkovic-Savic. Per il Lecce, in forse Tabanelli e Babacar, spazio in avanti a Lapadula, ben sostenuto da Falco e Mancosu, meglio il primo per un gol. Torna l’ispiratissimo Tachtisidis in regia, consigliato, non supportato a dovere da Majer e Petriccione, rivedibili secondo le nostre prioiezioni. In difesa raccomandiamo il solo Meccariello. Sconsigliato Gabriel tra i pali. Marcatore in qualsiasi momento: Bastos (miglior quota 5.00), Falco (miglior quota 5.50).

 

SAMPDORIA – ATALANTA: domenica 10 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Sampdoria (4-4-2): Audero; DePaoli, Colley, Murillo, Murru; Rigoni, Ekdal, Bertolacci, Jankto; Gabbiadini, Quagliarella

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens, Malinovskyi; Gomez, Muriel

CONSIGLI:

Recuperato Quagliarella, puntiamo sul capocannoniere del campionato scorso per una rete a Marassi, dove sarà affiancato da un positivo Gabbiadini. In mezzo al campo ballottaggio tra Bertolacci e Vieira, consigliati entrambi come anche Colley e Murru in difesa, dove invece convincono meno DePaoli e Murillo. Bene Ekdal in mediana, sconsigliato Audero tra i pali. Evitabile Ramirez. Gasperini dovrebbe sostituire lo squalificato Ilicic con Malinovskyi, sconsigliato al pari di Palomino in difesa e Gosens in mezzo, dove invece dovrebbero imporsi con autorità Hateboer, De Roon e Freuler. Bene anche Masiello. Puntiamo a occhi chiusi sulla straordinaria forma del Papu Gomez, primo candidato al gol, insieme a Muriel. Marcatore in qualsiasi momento: Quagliarella (miglior quota 2.50), Gomez (miglior quota 2.60).

 

UDINESE – SPAL: domenica 10 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Troost-Ekong, Nuytinck; Opoku, Jajalo, Mandragora, De Paul, Sema; Okaka, Nestorovski

Spal (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic; Strefezza, Murgia, Missiroli, Kurtic, Reca; Petagna, Floccari

CONSIGLI:

Gotti dovrebbe confermare Nuytinck, unico consigliato in una difesa da rivedere, con Opoku e Sema sulle fasce, meglio il secondo, e il fumoso Nestorovski di punta al fianco del sempre pericoloso Okaka. Torna Cionek, sconsigliato, nella difesa spallina al posto dello squalificato Igor. Spazio ai rivedibili Missiroli e Murgia in mediana, dove invece Strefezza e l’ottimo Reca dovrebbero giganteggiare. In attacco preferiremo Floccari a Petagna. Kurtic ispiratissimo in mezzo al campo, favorito anche come probabile marcatore. Berisha meglio di Musso tra i pali. Marcatore in qualsiasi momento: Okaka (miglior quota 3.25), Kurtic (miglior quota 4.80).

 

PARMA – ROMA: domenica 10 novembre, ore 18:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Pezzella; Kucka, Scozzarella, Barillà; Kulusevski, Cornelius, Gervinho

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Smalling, Fazio, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo, Pastore, Kluivert; Dzeko

CONSIGLI:

Recuperato Cornelius, consigliamo l’attaccante danese nel tridente con Gervinho e Kulusevski, tutti candidati al gol ma coll’ivoriano favorito in quanto ex di turno. Bene Scozzarella in cabina di regia e Barillà. Da rivedere Pezzella in fascia e Sepe tra i pali. Nella retroguardia giallorossa ritorna Fazio, unico consigliato in una difesa che potrebbe presentare delle sbavature. Nel ballottaggio tra Spinazzola e Florenzi, preferiamo il secondo, come in avanti tra Under e Kluivert. Bene Mancini, in difficoltà Veretout. Ottimi Dzeko e Pastore, principali indiziati per una marcatura. Marcatore in qualsiasi momento: Gervinho (miglior quota 3.50), Dzeko (miglior quota 2.10).

 

JUVENTUS – MILAN: domenica 10 novembre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Ramsey; Dybala, Cristiano Ronaldo

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Bennacer, Paquetà; Rebic, Piatek, Callahnoglu

CONSIGLI:

Sarri dovrebbe schierare Alex Sandro e Khedira dall’inizio, meglio il secondo secondo le nostre proiezioni che privilegiano anche un ispirato Ramsey a supporto dei positivi Dybala e Ronaldo, quest’ultimo a forte odore di marcatura allo Stadium. Attenzione anche a Pjanic e Bernardeschi da subentrante. Pioli rispolvera Duarte, unico consigliato in una difesa con molti grattacapi. Nel trio avanzato, tra Rebic, Piatek e Calhanoglu, preferiremo decisamente il croato, anche per un gol a sorpresa. In mezzo al campo consigliamo il solo Kessiè, mentre Bennacer e Paquetà potrebbero deludere. Donnarumma a forte rischio malus, al contrario dell’affidabile Szczesny. Marcatore in qualsiasi momento: Ronaldo (miglior quota 1.90), Rebic (miglior quota 4.80).


In arrivo a dicembre, in esclusiva per AstroloGoal, il libro Previsioni 2020 di Ray Merriman, il prezioso volume annuale di previsioni astrologiche tradotto in italiano, con le più accurate proiezioni di borsa e mercati finanziari, economia, politica internazionale e un dettagliato oroscopo dedicato a ciascun segno zodiacale. Merriman è un grande esperto sia di astrologia che di analisi dei mercati e dirige una società di consulenza operativa finanziaria specializzata in mercati azionari, valutari, metalli preziosi e materie prime. I suoi libri sono pubblicati in tutto il mondo.

Non perdere l’occasione di conoscere i futuri scenari della finanza, dell’economia e della politica mondiale! Da un esperto riconosciuto di fama internazionale, l’oroscopo 2020 di Raymond A. Merriman, finalmente in italiano!


Consigli Fantacalcio 11a Giornata Serie A – Probabili Formazioni e Marcatori

Posted by AstroloGoal | Varie | venerdì 1 novembre 2019 6:50 pm

fantacalcio-astrologoal-oddschecker

Serie A – 11a giornata: probabili formazioni, consigli per il fantacalcio e marcatori

 

ROMA – NAPOLI: sabato 2 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Mancini, Smalling, Kolarov; Pastore, Veretout; Kluivert, Zaniolo, Perotti; Dzeko

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Zielinski, Fabian Ruiz, Insigne; Mertens, Milik

CONSIGLI:

I giallorossi Under e Mkhitaryan tornano a disposizione, mentre rimangono ancora al palo Diawara, Kalinic, Zappacosta, Cristante e Pellegrini. Mancini, consigliato, va a sostituire Fazio in difesa dove dovrebbero mettersi in luce anche Kolarov e Florenzi. Sconsigliati invece per questo turno Smalling e Pastore. Le nostre proiezioni indicano Kluivert e Dzeko per una probabile marcatura. Bene Pau Lopez tra i pali. Nel Napoli si conferma il 4-4-2 con davanti Mertens e Milik, bene entrambi in ottica bonus, e con Callejon che si fa preferire a Insigne sulle fasce. Da rivedere Mario Rui. Marcatore in qualsiasi momento: Dzeko (miglior quota 2.20), Mertens (miglior quota 2.70).

 

BOLOGNA – INTER: sabato 2 novembre, ore 18:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Bani, Krejci; Dzemaili, Svanberg; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Barella, Asamoah; Lautaro, Lukaku

CONSIGLI:

Per i felsinei 4-2-3-1 con Palacio prima punta pronto a colpire la sua ex squadra, sebbene preferiremmo Soriano quale probabile marcatore. Bene anche Sansone e Svanberg. Dietro, Danilo dovrebbe confermarsi ad alti livelli mentre Krejci e Skorupski non sembrano perfetti. Conte insiste nel collaudato 3-5-2, con Lautaro e Lukaku in avanti, meglio il secondo quale probabile marcatore secondo le nostre proiezioni. Consigliati anche i possibili rientranti D’Ambrosio e Sensi. Marcatore in qualsiasi momento: Soriano (miglior quota 4.50), Lukaku (miglior quota 2.30).

 

TORINO – JUVENTUS: sabato 2 novembre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Bremer, Lyanco; Aina, Baselli, Lukic, Meité, Laxalt; Verdi, Belotti

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Danilo; Khedira, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi; Dybala, Cristiano Ronaldo

CONSIGLI:

Mazzarri insiste con Belotti e Verdi in attacco, meglio il primo, mentre a centrocampo consiglieremo Baselli, anche per un gol a sorpresa, e Meité, a differenza di Aina. Per i bianconeri un 4-3-1-2 dove Bernardeschi sarà di raccordo tra mediana, dove sconsigliamo Matuidi e Khedira per questo turno, e attacco dove Dybala dovrebbe giganteggiare, sebbene in ballottaggio con Higuain, entrambi favoriti per una marcatura. Marcatore in qualsiasi momento: Dybala (miglior quota 2.45), Baselli (miglior quota 7.00).

  

ATALANTA – CAGLIARI: domenica 3 novembre, ore 12:30

FORMAZIONI PROBABILI:

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Kjaer, Masiello; Hateboer, Pasalic, Freuler, Gosens; Malinovskyi; Muriel, Ilicic

Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Faragò, Klavan, Pisacane, Cacciatore; Nandez, Rog, Nainggolan; Castro; Joao Pedro, Simeone

CONSIGLI:

Turn over per Gasperini, largo a Malinovskyi e Pasalic, meglio il secondo, con Muriel il più pericoloso in avanti, consigliato per un gol col compagno di reparto Ilicic. Bene anche Gosens e Freuler. 4-3-1-2 per gli ospiti con Castro a supporto di Joao Pedro e Simeone, meglio quest’ultimo insieme al favorito di giornata Nandez, tra i papabili per un gol in trasferta. Rog e Klavan in evidenza, da rivedere Olsen tra i pali, molto meglio Gollini. Marcatore in qualsiasi momento: Muriel (miglior quota 1.75), Nandez (miglior quota 7.00).

 

GENOA – UDINESE: domenica 3 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Genoa (4-2-3-1): Radu; Ghiglione, Romero, Zapata, Ankersen; Schone, Radovanovic; Agudelo, Pandev, Gumus; Pinamonti

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Ter Avest, Walace, Mandragora, Fofana, Sema; De Paul, Okaka

CONSIGLI:

Thiago Motta dovrebbe riproporre Pandev davanti, consigliato insieme alla sorpresa Agudelo, favorito anche per un gol, e Pinamonti in crescita. Kouamé out per impegni di nazionale, sostituito da uno scalpitante Gumus, bene come Zapata e Ghiglione in difesa. Sconsigliati invece Schone e Radovanovic in mediana. Le turbolenze in panchina non dovrebbero sconvolgere l’assetto offensivo ospite con Okaka in gran forma e pronto al quarto gol stagionale, ben supportato stavolta da De Paul e dal subentrante Nestorovski. Bene anche Walace che sostituisce Jajalo, squalificato. In fascia, tra Sema e Ter Avest, meglio il secondo. Torna Opoku dopo la squalifica, sconsigliato come Troost-Ekong a favore di Becao e Samir. Da evitare entrambi i portieri. Marcatore in qualsiasi momento: Agudelo (miglior quota 4.00), Okaka(miglior quota 3.80).

 

LECCE – SASSUOLO: domenica 3 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Lecce (4-3-2-1): Gabriel; Rispoli, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Petriccione, Shakhov, Tabanelli; Mancosu, Falco; Babacar

Sassuolo (4-3-1-2): Consigli; Toljan, Marlon, Romagna, Peluso; Locatelli, Obiang, Duncan; Traore; Berardi, Caputo

CONSIGLI:

Per il Lecce ancora 4-3-2-1 con Mancosu alle spalle di Babacar, favorito su Lapadula per un posto da titolare, e tutti possibili marcatori, coi primi due anche rigoristi. Bene anche Lucioni dietro e Falco e Tabanelli in mediana. De Zerbi va verso il 4-3-1-2 con Traore, probabile marcatore a sorpresa secondo le nostre proiezioni, a supporto di Berardi e Caputo, consigliati entrambi, come anche Peluso nella difesa in emergenza. Attenzione a Boga da subentrante. Bene entrambi i portieri. Marcatore in qualsiasi momento: Mancosu (miglior quota 2.70), Traore (miglior quota 5.50).

 

VERONA – BRESCIA: domenica 3 novembre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Verre, Salcedo; Stepinski

Brescia (3-5-2): Alfonso; Cistana, Mangraviti, Gastaldello; Sabelli, Bisoli, Tonali, Romulo, Mateju; Balotelli, Donnarumma

CONSIGLI:

Verre e Salcedo, in ballottaggio quest’ultimo con Zaccagni, non sembrano all’altezza per questo turno, secondo le nostre proiezioni. Meglio la retroguardia con Kumbulla e Gunter a protezione della porta difesa da Silvestri, sconsigliato. Miguel Veloso e Stepinski sono i nostri favoriti per una marcatura, anche in qualità di rigoristi. Corini ripropone il 3-5-2 con Balotelli e Donnarumma in attacco, bene entrambi col primo in rampa di lancio per un gol. Attenzione anche ad Ayé da subentrante, con Tonali e Romulo a svettare in mezzo al campo. Marcatore in qualsiasi momento: Miguel Veloso (miglior quota 4.20), Balotelli (miglior quota 3.10).

 

FIORENTINA – PARMA: domenica 3 novembre, ore 18:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Ceccherini, Venuti; Sottil, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Boateng

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Pezzella; Kucka, Scozzarella, Barillà; Karamoh, Kulusevski, Gervinho

CONSIGLI:

Oltre a Ribery mancherà German Pezzella per squalifica. Difesa da rivedere col solo Ceccherini all’altezza e Venuti sconsigliato. In attacco potrebbe esserci l’occasione per Boateng, in ballottaggio con Vlahovic, insieme a Chiesa, tutti consigliati per un gol. Bene anche Sottil, che rileva l’infortunato Lirola a destra, Pulgar e Castrovilli. Per il Parma, Dermaku consigliato in mezzo alla difesa al posto di Gagliolo. L’agile tridente con Gervinho, Kulusevski e Karamoh potrebbe fare male, in particolare coll’ivoriano tornato ad alti livelli. Bene Sepe tra i pali e Barillà in mezzo al campo. Evitabile Pezzella. Marcatore in qualsiasi momento: Chiesa (miglior quota 2.30), Gervinho (miglior quota 4.00).

 

MILAN – LAZIO: domenica 3 novembre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Hernandez; Kessié, Bennacer, Paquetà; Suso, Piatek, Calhanoglu

Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile

CONSIGLI:

Pioli dovrebbe confermare il tridente offensivo Suso, Piatek e Calhanoglu, col primo a confermarsi ai livelli di giovedì e il polacco probabilmente a rete. Bene Duarte in ballottaggio con Calabria, consigliati nella difesa a quattro dove però dovrebbe faticare Romagnoli. Da rivedere anche Bennacer e Paquetà. Inzaghi punta su Correa e Immobile sul fronte offensivo, col primo favorito per un gol secondo le nostre proiezioni. Vavro sconta la squalifica ma in difesa consigliamo Patric, in ballottaggio con Luiz Felipe, insieme a tutti i compagni di reparto, con Lazzari in testa. Molto bene Luis Alberto. Marcatore in qualsiasi momento: Piatek (miglior quota 2.60), Correa (miglior quota 3.75).

 

SPAL – SAMPDORIA: lunedì 4 novembre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:

Spal (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic; Strefezza, Murgia, Missiroli, Kurtic, Reca; Petagna, Floccari

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Colley, Ferrari, Murru; Rigoni, Ekdal, Vieira; Ramirez; Gabbiadini, Quagliarella

CONSIGLI:

Ballottaggio tra Floccari, Paloschi e Moncini – con possibilità di gol a sorpresa e in particolare per il terzo – in attacco al fianco del sempre pericoloso Petagna. Non sembra invece una gran giornata per Cionek in difesa e Murgia in mediana, dove invece Strefezza dovrebbe giganteggiare. Nel 4-3-1-2 di Ranieri, Bonazzoli si fa preferire a uno spento Gabbiadini in avanti, mentre Ramirez dovrebbe vincere il ballottaggio con Jankto. Bene Colley dietro e Vieira in mezzo. Punteremo invece su Rigoni come marcatore a sorpresa. Da evitare entrambi i portieri. Marcatore in qualsiasi momento: Moncini (miglior quota 2.87), Rigoni (miglior quota 4.80).

Consigli Fantacalcio 9a Giornata Serie A – Probabili Formazioni e Marcatori

Posted by AstroloGoal | Varie | venerdì 25 ottobre 2019 9:46 am

fantacalcio-astrologoal-oddschecker

Serie A – 9a giornata: probabili formazioni, consigli per il fantacalcio e marcatori

 

VERONA – SASSUOLO: venerdì 25 ottobre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Pessina, Salcedo; Stepinski

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Marlon, Peluso, Tripaldelli; Traore, Obiang, Duncan; Berardi, Caputo, Defrel

CONSIGLI:

In difesa mister Juric può contare sull vigoroso apporto di Kumbulla e Rrahmani mentre Amrabat e Faraoni in spinta dovrebbero fare la differenza in mezzo al campo. Tra gli attaccanti meriterebbe una chance Tutino, mentre Stepinski si fa preferire a Salcedo per una probabile marcatura. De Zerbi potrebbe rilanciare Defrel dal primo minuto, consigliato per un gol insieme a Caputo. Nella difesa in emergenza per le molte assenze, potrebbe spiccare Marlon. Attenzione a Boga da subentrante. Bene Consigli tra i pali. Marcatore in qualsiasi momento: Stepinski (miglior quota 3.50), Defrel (miglior quota 4.00).

 

LECCE – JUVENTUS: sabato 26 ottobre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:

Lecce (4-3-2-1): Gabriel; Meccariello, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Majer, Tachtsidis, Tabanelli; Mancosu, Falco; Babacar

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi; Higuain, Dybala

CONSIGLI:

Babacar si candida a pericolo pubblico numero uno nell’attacco salentino dove Falco si fa preferire a Mancosu, a supporto della punta senegalese. A centrocampo bene sia Tachtisidis che Tabanelli, mentre in difesa punteremo su Rossettini e Calderoni. Tra i bianconeri cercano spazio i consigliati Matuidi e Emre Can, mentre Bernadeschi, Dybala e Higuain si candidano a probabili marcatori, nonostante il turnover possa rimescolare le carte. Bene anche Alex Sandro. Marcatore in qualsiasi momento: Babacar (miglior quota 4.50), Bernardeschi (miglior quota 2.45).

 

INTER – PARMA: sabato 26 ottobre, ore 18:00 .

FORMAZIONI PROBABILI:

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; Lazaro, Barella, Brozovic, Vecino, Asamoah; Lukaku, Lautaro

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Gagliolo, Pezzella; Kucka, Scozzarella, Barillà; Kulusevski, Cornelius, Gervinho

CONSIGLI:

In casa nerazzurra si spera di recuperare il consigliato Sensi. Godin e Skriniar sono una granzia in difesa, mentre davanti l’ottima forma di Lautaro Martinez lo rende il principale indiziato per una marcatura. In mediana brillano Vecino e Asamoah. Attenzione anche a Matteo Politano per un gol a sorpresa da subentrante. Per i ducali, l’infortunio di Inglese aprirebbe le porte in attacco al sorprendente Cornelius, consigliatissimo se non fosse per il forte dolore ai flessori. Bene Scozzarella in mezzo al campo. Da inserire obbligatoriamente Handanovic tra i portieri favoriti della settimana. Marcatore in qualsiasi momento: Lautaro Martinez (miglior quota 2.00), Politano (miglior quota 2.50).

 

GENOA – BRESCIA: sabato 26 ottobre, ore 20:45 .

FORMAZIONI PROBABILI:

Genoa (4-4-2): Radu; Romero, Zapata, Biraschi; Ghiglione, Schone, Radovanovic, Lerager, Pajac; Pinamonti, Kouamé

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Mateju; Bisoli, Tonali, Romulo; Spalek; Balotelli, Donnarumma

CONSIGLI:

Il nuovo mister Thiago Motta si affiderà al tandem d’attacco PinamontiKoumé per esordire con una vittoria e le nostre proiezioni confermano il secondo come probabile marcatore. Bene anche Ghiglione e Barreca laterali di difesa. Per gli ospiti, dietro si consiglia il confermato Mateju, in mezzo Bisoli e davanti Donnarumma che potrebbe tornare al gol. Marcatore in qualsiasi momento: Kouamé (miglior quota 2.75), Donnarumma (miglior quota 2.95).

 

BOLOGNA – SAMPDORIA: domenica 27 ottobre, ore 12:30 .

FORMAZIONI PROBABILI:

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Bani, Krejci; Poli, Dzemaili; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Colley, Ferrari, Murru; Rigoni, Ekdal, Vieira, Jankto; Gabbiadini, Quagliarella

CONSIGLI:

Ballottaggio tra Dijks e Krejci sulla corsia di sinistra col secondo favorito dalle nostre proiezioni, insieme al compagno di reparto Mbaye. Bene ancora Danilo dopo l’exploit di Torino. Davanti Palacio e Orsolini si fanno preferire a Soriano e Sansone per una marcatura. Attenzione ai subentranti Skov Olsen e Schouten. Ranieri conferma il 4-4-2. Consigliati Bereszynski e Murru in difesa, Vieira e Jankto in mediana e Quagliarella davanti. Bonazzoli si meriterebbe una chance. Tra i pali meglio Audero rispetto allo sconsigliato Skorupski. Marcatore in qualsiasi momento: Palacio (miglior quota 2.70), Quagliarella (miglior quota 2.95).

 

ATALANTA – UDINESE: domenica 27 ottobre, ore 15:00 .

FORMAZIONI PROBABILI:

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti, Masiello; Hateboer, de Roon, Pasalic, Castagne; Malinovskyi; Ilicic, Muriel

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Ter Avest, Mandragora, Jajalo, de Paul, Sema; Okaka, Lasagna

CONSIGLI:

La disfatta di Champions potrebbe aprire uno spiraglio a Malinovskyi, sconsigliato rispetto a un Gomez in forma smagliante, che con Ilicic e Muriel in avanti potrebbe far vedere i sorci verdi alla retroguardia ospite, nella quale si rivedrà dal primo minuto Becao, comunque consigliato a differenza delle fasce coperte da Ter Avest e Sema. Ancora in ombra De Paul, Okaka si fa preferire al vivace Lasagna per una marcatura. Dalla panchina meglio Pussetto e Fofana rispetto a Nestorovski. In porta si raccomanda Gollini rispetto a un Musso a forte rischio malus. Per gli orobici in mezzo al campo in evidenza Pasalic. Marcatore in qualsiasi momento: Ilicic (miglior quota 2.35), Gomez (miglior quota 2.40).

 

SPAL – NAPOLI: domenica 27 ottobre, ore 15:00 .

FORMAZIONI PROBABILI:

Spal (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Igor; Sala, Missiroli, Valdifiori, Kurtic, Reca; Petagna, Floccari

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Insigne; Llorente, Mertens

CONSIGLI:

Mister Semplici potrà contare su un Kurtic tirato a lucido e un attento Reca in mediana, mentre in avanti meglio Floccari rispetto a Petagna, ancora alle prese con un malanno al ginocchio. Berisha tra i pali è sconsigliato, come Valdifiori e Cionek. Tra gli azzurri reduci dalla vittoria di Champions dovrebbe trovare spazio Zielinski in mezzo al campo, dove potrebbe mettersi in evidenza Callejon, anche per un gol a sorpresa. Bene la difesa con Koulibaly e Di Lorenzo sugli scudi mentre in avanti si dovrebbero rivedere sia Mertens che Llorente. Marcatore in qualsiasi momento: Floccari (miglior quota 4.50), Callejon (miglior quota 2.95).

 

TORINO – CAGLIARI: domenica 27 ottobre, ore 15:00 .

FORMAZIONI PROBABILI:

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, NKoulou, Lyanco; De Silvestri, Baselli, Rincon, Meité, Ansaldi; Verdi, Belotti

Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Faragò, Ceppitelli, Pisacane, Lu. Pellegrini; Nandez, Cigarini, Rog; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone

CONSIGLI:

Meitè di nuovo in mezzo al campo, consigliato insieme a Rincon e all’ispirato Ansaldi, favorito anche per un gol a sorpresa. In attacco Verdi potrebbe avere una chance per incidere al fianco di Belotti. Dietro si sconsiglia De Silvestri per questo turno. Per gli ospiti, ballottaggio tra Castro e Cigarini per un posto in mezzo al campo, col secondo favorito dalle nostre proiezioni. In difesa punteremo su Pisacane e Faragò mentre in avanti Joao Pedro si fa preferire a Simeone per una marcatura. Tra i portieri si raccomanda Sirigu. Marcatore in qualsiasi momento: Ansaldi (miglior quota 10.00), Joao Pedro (miglior quota 4.60).

 

ROMA – MILAN: domenica 27 ottobre, ore 18:00 .

FORMAZIONI PROBABILI:

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Pastore, Veretout; Florenzi, Zaniolo, Perotti; Dzeko

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Biglia, Paquetà; Suso, Piatek, Calhanoglu

CONSIGLI:

La squalifica di Kluivert e l’infortunio di Cristante lasciano spazio a Perotti e Pastore, consigliati, mentre in avanti punteremo a occhi chiusi su Dzeko. In difesa potrebbero subire sia Smalling che Spinazzola. Tra Piatek e Leao per il ruolo di punta centrale preferiamo il secondo, anche come probabile marcatore, nonostante il ritorno al gol del polacco. Bene anche Suso e Calhanoglu nel tridente offensivo ma attenzione al subentrante Rebic. Nel ruolo di metronomo Biglia si fa preferire allo sconsigliato Bennacer. Molto bene Kessié. Marcatore in qualsiasi momento: Dzeko (miglior quota 2.33), Leao (miglior quota 4.00).

 

FIORENTINA – LAZIO: domenica 27 ottobre, ore 20:45 .

FORMAZIONI PROBABILI:

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Ribery, Chiesa

Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile

CONSIGLI:

Formazione tipo per Montella con Chiesa e il subentrante Vlahovic favoriti dalle nostre proiezioni come probabili marcatori. Consigliato anche Castrovilli in mediana, dove il solo Caceres non sembrerebbe all’altezza per questo turno. Gli ospiti si affideranno ai recuperati Luis Alberto e Lucas Leiva in mezzo al campo, a supporto di un Immobile che prevediamo ancora determinante. In avanti Correa meglio di Caicedo, sconsigliato. Bene entrambi i portieri. Marcatore in qualsiasi momento: Chiesa (miglior quota 3.00), Immobile (miglior quota 2.38).

Consigli Fantacalcio 8a Giornata Serie A – Probabili Formazioni e Marcatori

Posted by AstroloGoal | Varie | giovedì 17 ottobre 2019 7:29 pm

fantacalcio-astrologoal-oddschecker

Serie A – 8a giornata: probabili formazioni, consigli per il fantacalcio e marcatori

 

LAZIO – ATALANTA: sabato 19 ottobre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:
Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Parolo, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, Muriel.

CONSIGLI: La squalifica di Lucas Leiva lancia Parolo in regia, con Lazzari che appare in vantaggio su Marusic, entrambi consigliati. In attacco Correa dovrebbe affiancare Immobile, superfavorito dalle nostre proiezioni quale probabile marcatore, insieme a Milinkovic-Savic. Bene anche Radu e Acerbi, mentre Strakosha è a rischio malus. Per la Dea, consigliamo Hateboer che torna sulla corsia di destra, e sia Gosens che Castagne, in stretto ballottaggio per una maglia da titolare. Eviteremo invece per questo turno Freuler e Gollini. Tra i possibili subentranti attenzione a Djimsiti. In attacco Muriel, che sostituisce l’infortunato Zapata, sarà affiancato da Gomez e Ilicic in ballottaggio con Pasalic, favorito quest’ultimo per una marcatura a sorpresa. Marcatore in qualsiasi momento: Immobile (miglior quota 2.00), Pasalic (miglior quota 6.10).

 

NAPOLI – VERONA: sabato 19 ottobre, ore 18:00

FORMAZIONI PROBABILI:
Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Insigne; Llorente, Mertens.
Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Pessina, Verre; Stepinski.

CONSIGLI: Nella difesa partenopea eviteremo Koulibaly al rientro ma punteremo decisamente su Ghoulam. Fuori Hysaj e Mario Rui, spazio a Callejon, consigliato al pari di Fabian Ruiz. Mertens è il nostro favorito per una probabile marcatura, insieme a Llorente. Per gli ospiti Di Carmine si gioca una maglia con Stepinski al centro dell’attacco, ma le nostre proiezioni indicano Pessina e Verre a supporto quali possibili marcatori. Sconsigliati Silvestri, Tutino e Amrabat per questo turno mentre in difesa si segnalano Faroni e Rrahmani. Bene anche Lazovic. Marcatore in qualsiasi momento: Mertens (miglior quota 1.80), Pessina (miglior quota 9.00).

 

JUVENTUS – BOLOGNA: sabato 19 ottobre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:
Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Dybala; Higuain, Cristiano Ronaldo.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Bani, Krejci; Poli, Dzemaili; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio.

CONSIGLI: Douglas C. cerca posto in attacco, in ballottaggio con Dybala, entrambi probabili marcatori secondo le nostre proiezioni, come anche Cuadrado che tallona per una maglia da titolare Danilo. Si sconsigliano invece l’acciaccato Ramsey e Rabiot, mentre Szczesny non dovrebbe avere problemi. Bene anche de Ligt, Pjanic e Bentancur. Per il Bologna si sconsigliano Poli e Tomiyasu, mentre Sansone e Palacio non sembrano poter impensierire la forte retroguardia di casa. Bene invece Bani e i possibili subentranti Santander, Denswil e Schouten. Un problema al ginocchio rischia di tenere fuori Destro. Marcatore in qualsiasi momento: Dybala (miglior quota 2.25), Douglas C. (miglior quota 3.00).

 

SASSUOLO – INTER: domenica 20 ottobre, ore 12:30

FORMAZIONI PROBABILI:
Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Marlon, Ferrari, Peluso; Traoré, Obiang, Duncan; Berardi, Caputo, Defrel.
Inter (3-5-2): Handanovic; Bastoni, de Vrij, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic, Gagliardini, Asamoah; Lukaku, Lautaro.

CONSIGLI: La scelta di Defrel in attacco, insieme a Berardi e Caputo, è condivisa anche dalle nostre proiezioni che lo indicano come probabile marcatore e protagonista del match. In difesa si consigliano Ferrari e Marlon al posto di Chiriches, in preda a noie muscolari, mentre in mediana punteremo su Duncan e sui possibili subentranti Bourabia e Magnanelli. Per l’Inter dubbio Sensi, frattura alla falange per D’Ambrosio e problema alla caviglia per Sanchez. Spazio ai consigliati Gagliardini e Bastoni mentre in mezzo eviteremo Barella e Candreva che tornerà a presidiare la fascia destra. In attacco si consigliano Politano, che insidia Lautaro per una maglia, e Lukaku anche come marcatore. Bene anche Asamoah, Skriniar e Handanovic. Marcatore in qualsiasi momento: Defrel (miglior quota 4.33), Lukaku (miglior quota 2.10).

 

CAGLIARI – SPAL: domenica 20 ottobre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:
Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Ceppitelli, Pisacane, Lu. Pellegrini; Nandez, Rog, Nainggolan; Castro; Birsa, Simeone.
Spal (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Igor; Sala, Missiroli, Valdifiori, Kurtic, Reca; Petagna, Floccari.

CONSIGLI: Joao Pedro potrebbe partire dalla panchina a causa di un risentimento muscolare, per cui davanti si consigliano Birsa e Simeone, meglio di Castro per una probabile marcatura. In difesa sceglieremo Pellegrini e Cacciatore, sebbene affaticato, mentre a centrocampo Nainggolan si candida a sicuro mattatore con gol. Attenzione ai subentranti Oliva e Cerri. Semplici dovrebbe perdere Di Francesco ma davanti potrà contare sul consigliato Floccari, al fianco di Petagna, e in mediana su un ispirato Valdifiori, con Valoti che si meriterebbe una chance. La squalifica di Strefezza raccomanda la scelta di Sala sulla fascia. In difesa preferiremo Igor a Tomovic. In dubbio Vicari, si consiglia Cionek quale sostituto. Bene entrambi i portieri. Marcatore in qualsiasi momento: Nainggolan (miglior quota 4.35), Floccari (miglior quota 4.20).

 

SAMPDORIA – ROMA: domenica 20 ottobre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Colley, Ferrari, Murru; Rigoni, Ekdal, Vieira, Jankto; Quagliarella, Gabbiadini.
Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Cristante, Veretout; Florenzi, Zaniolo, Kluivert; Kalinic

CONSIGLI: Il nuovo mister Claudio Ranieri si ritrova senza Thorsby e Linetty e schiera un 4-4-2 col consigliato Gabbiadini in avanti. Tra Rigoni e De Paoli in ballottaggio raccomandiamo il primo mentre Jankto si fa preferire a Caprari. Dzeko, vittima di una frattura allo zigomo, verrà sostituito da Kalinic in attacco in coppia con Kluivert, entrambi consigliati anche come potenziali marcatori. Diawara fuori per menisco, torna a disposizione Florenzi, mentre in panca si rivede Perotti. In difesa punteremo su Mancini mentre in mediana segnaliamo Cristante, fortemente indiziato per una marcatura a sorpresa. Molto bene Pau Lopez tra i pali. Marcatore in qualsiasi momento: Gabbiadini (miglior quota 3.00), Cristante (miglior quota 3.70).

 

UDINESE – TORINO: domenica 20 ottobre, ore 15:00

FORMAZIONI PROBABILI:
Udinese (3-5-2): Musso; Opoku, Troost-Ekong, Samir; Stryger-Larsen, Mandragora, Jajalo, De Paul, Sema; Okaka, Nestorovski.
Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; De Silvestri, Baselli, Rincon, Meité, Ansaldi; Belotti, Verdi.

CONSIGLI: Sconsigliato De Paul in mezzo, fresco di rinnovo, punteremo invece sullo scalpitante Fofana in ballottaggio con Okaka. Bene la difesa composta da Opoku, Troost-Ekong e Samir, col nazionale brasiliano probabile marcatore a sorpresa. Davanti meglio Nestorovski rispetto a Pussetto. Attenzione ai subentranti Walace e Barak. Per il Toro, in difesa Nkoulou e Izzo si fanno preferire a Ola Aina, sconsigliato per questo turno. In avanti si raccomanda Zaza, recuperato dopo un fastidio al polpaccio, mentre si segnala tutta la mediana con Meitè, Rincon e Ansaldi sugli scudi. Bene entrambi i portieri Musso e Sirigu. Marcatore in qualsiasi momento: Zaza (miglior quota 3.10), Fofana (miglior quota 5.80).

 

PARMA – GENOA: domenica 20 ottobre, ore 18:00

FORMAZIONI PROBABILI:
Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Pezzella; Kucka, Hernani, Barillà; Kulusevski, Inglese, Gervinho.
Genoa (3-5-2): Radu; El Yamiq, Zapata, Goldaniga; Ghiglione, Schone, Radovanovic, Lerager, Pajac; Pinamonti, Kouamé.

CONSIGLI: Torna disponibile Darmian lungo la fascia destra, consigliato al pari di Iacoponi e Gagliolo, in ballottaggio con Pezzella, mentre eviteremo per questo turno Bruno Alves. Consigliati anche Brugman e Hernani in cabina di regia, mentre Kucka e Barillà si candidano a probabili marcatori. In attacco Inglese si fa preferire a Cornelius mentre Kulusevski sente il profumo del suo secondo gol in serie A. Attenzione al subentrante Karamoh. Per il Grifone, le squalifiche di Romero e Biraschi lasciano spazio a El Yamiq e Goldaniga a fianco del consigliato Zapata. Si raccomandano anche il rientrante Barreca, in ballottaggio con Pajac sulla fascia sinistra, con Lerager e Schone in mezzo al campo, mentre tralasceremo Radovanovic. Squalificato Saponara, punteremo su Sanabria, Pandev e Kouamé per una marcatura. Tra i portieri, meglio Sepe rispetto allo sconsigliato Radu. Marcatore in qualsiasi momento: Kulusevski (miglior quota 3.20), Kouamé (miglior quota 3.40).

 

MILAN – LECCE: domenica 20 ottobre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:
Milan (4-3-3): Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Biglia, Paquetà; Suso, Piatek, Rafael Leao.
Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Majer, Tachtsidis, Tabanelli; Mancosu; Falco, Babacar.

CONSIGLI: Al centro della difesa meglio Romagnoli rispetto a Musacchio, mentre a destra punteremo sul rientrante Conti. Bene anche Biglia in cabina di regia con Paquetà in vantaggio su Calhanoglu. In attacco scommetteremo su Leao, in campo dall’inizio a fianco di un rigenerato Piatek, entrambi probabili marcatori insieme al subentrante Rebic. Consigliato Donnarumma tra i pali. Sull’altra sponda, si sconsigliano sia Babacar che Lapadula, in ballottaggio per un posto davanti a Mancosu e Falco, entrambi consigliati insieme ai possibili subentranti Farias e La Mantia. Si segnalano inoltre Rossettini in difesa e Petriccione in mediana, in ballottaggio con Tachtsidis. Sconsigliato Gabriel, a forte rischio malus. Marcatore in qualsiasi momento: Piatek (miglior quota 2.10), Leao (miglior quota 2.70).

 

BRESCIA – FIORENTINA: lunedì 21 ottobre, ore 20:45

FORMAZIONI PROBABILI:
Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Martella; Bisoli, Tonali, Dessena; Romulo; Balotelli, Donnarumma.
Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Ribery, Chiesa.

CONSIGLI: In avanti Balotelli in coppia con Donnarumma, entrambi consigliati per una probabile marcatura. Sulla fascia sinistra si raccomandano sia Martella che Matjeu, in ballottaggio per un posto, mentre tralasceremo per questa gara il compagno di reparto Cistana. In mediana si segnalano Tonali, Bisoli e soprattutto Romulo, probabile uomo assist per le due punte. Per la Viola, scommettiamo sullo scalpitante Boateng, in vantaggio su Chiesa dopo le fatiche da Nazionale, al fianco del sempreverde Ribery. Si segnalano in positivo Caceres dietro e Lirola in mediana. In porta, meglio Joronen rispetto a Dragowski. Marcatore in qualsiasi momento: Balotelli (miglior quota 2.88), Boateng (miglior quota 2.80).

Pagina successiva »

Privacy