Sulla predizione astrale dell’evento agonistico sportivo

Posted by AstroloGoal | Astrologia sportiva | martedì 31 maggio 2016 1:40 pm

Dopo un sommario e non conclusivo studio statistico sul principale metodo di John Frawley – per com’è stato presentato nel suo libro Sports Astrology – abbiamo constatato che il più delle volte funziona, sebbene lo spinoso dilemma della squadra cui assegnare la prima Casa, o prima cuspide di domificazione, resti essenzialmente soggettivo, un nodo difficilmente districabile cogli strumenti astrologici classici.

john_frawley-sports-astrology

Sports Astrology (Apprentice Books, London, 2007) è uno dei libri più popolari di John Frawley, una sorta di bibbia dell’astrologia predittiva applicata allo sport; un testo che, dal momento della sua acclamata uscita nel 2007, ha rappresentato un punto di riferimento assoluto per tutti gli appassionati, nonché una pietra miliare obbligatoria per ogni serio ricercatore in materia.

Frawley, grazie all’efficacia delle sue originali tecniche di previsione, ha ottenuto grande popolarità in Inghilterra – patria storica di scommettitori e bookmaker – anche per programmi televisivi di successo, quali Frawley and the Fish, Odds on Sport e London Tonight, dove profetizzava non solo l’esito finale, ma anche il risultato esatto degli eventi sportivi più popolari. Lo stile narrativo dell’opera di Frawley, in cui sfoggia una preparazione culturale ed un enciclopedismo non comuni, ha contribuito a rivestire l’autore di un’aura di leggenda, il cui verbo intriso di magica saggezza ha certamente contribuito ad accrescere l’interesse per l’astrologia nei numerosi entusiasti scommettitori britannici.

sports-betting

Attraverso un lungo viaggio iniziatico, che si snoda per oltre 60 carte astrali e oltre 200 pagine di pedantesca esposizione delle preferite tecniche di previsione, l’io narrante del libro conduce per mano il suo volenteroso assistente verso l’autentica sapienza, offerta in generoso dono dal nostro moderno Signore dei Pianeti. “Lo scopo di questo libro”, scrive Frawley nella dedica ai lettori, “è di insegnarvi qualcosa. Se lo leggerete soltanto, imparerete poco; se ci lavorerete sopra, imparerete molto. Il libro è strutturato come dialogo tra maestro e allievo. Vi incoraggio a mettervi nei panni dell’allievo. […] Giudicate da voi le carte astrali, piuttosto che leggerne semplicemente i giudizi dati. Solo in questo modo otterrete la conoscenza.” Ipse dixit.

Questa non è un’enciclopedia di tecniche”, continua il Maestro. “Non vedo l’utilità del presentare una moltitudine di metodi, la maggior parte dei quali non funzionanti. Ne presento qui solo alcuni che ho sperimentato personalmente e ho trovato funzionanti, come ho ripetutamente dimostrato sia in televisione che sulla carta stampata. […] L’essenza del libro è il sistema che ho sviluppato per pronosticare il risultato di una gara sportiva, usando un tema astrale impostato per l’inizio dell’evento. Un metodo che funziona bene, sebbene ci sia ancora spazio per dei miglioramenti. La mia speranza, nello scrivere questo libro, è che qualcuno possa raccogliere questo sistema e perfezionarlo”.

natal-chart

Frawley si dilunga, nelle prime 70 pagine, ad offrire la sua personale visione dell’astrologia oraria nella previsione di eventi sportivi – da noi analizzata nel Capitolo Sei del nostro Manuale di Astrologia del Calcio. Poi l’astrologo inglese tiene a precisare che il suo sistema basato sul tema astrale specifico per un incontro sportivo “è di gran lunga il metodo predittivo più affidabile, ma solo per occasioni speciali. Se vogliamo pronosticare lo sport su base giornaliera, allora necessitiamo di tecniche differenti”. Si tratta di una precisazione importante, in quanto la nostra personale tecnica basata sui mezzipunti di Ebertin  rientra in questo gruppo.

A nostro avviso, il punto cruciale del metodo di Frawley è l’attribuzione della prima Casa astrologica alla squadra favorita dai bookmaker. Frawley giustifica così la sua scelta: “Perché funziona!”, senza specificare. Altri eminenti astrologi la assegnano alla squadra di casa (spesso ma non sempre la favorita); altri addirittura a quella il cui colore di maglia corrisponde a uno di colori attribuiti tradizionalmente al pianeta governatore della Casa, come ad esempio l’arancione per Giove, il rosso per Marte, grigio per Saturno, giallo per il Sole, verde per Venere, e così via, secondo il Dizionario di Astrologia  di Henri-J Gouchon (Gruppo Editoriale Armenia, Milano, 2001).

Meglio dunque virare, ai fini pratici delle scommesse sportive, sul totale delle reti segnate, una tipologia di giocata per la quale l’astrologia può offrire allo scommettitore quel ‘margine’ di vantaggio sui bookmaker che alla lunga garantisce un consistente profitto. Il pronostico sull’esito del vincitore della competizione rimane quindi – per ora – un enigma da indovini, un ozioso rompicapo, col quale l’astrologo ambizioso può anche arrivare a giocarsi la reputazione, attraverso vaticini azzardati dettati dalle tecniche più astruse e stravaganti: ‘dritte vincenti’ che in ultima analisi devono il loro estemporaneo successo al felice intuito e allo spirito d’osservazione dell’esperto operatore astrale. E quando l’intuito, stremato, inizia a prendere topiche fisiologiche, che fare? Quando le carte astrali non forniscono più le risposte desiderate ma la domanda del pubblico, accresciuta da una popolarità faticosamente acquisita, continua a chiederne in proporzione industriale? L’acclamata stella presto si trasforma in meteora caduca; da abbacinante nana bianca ad invisibile buco nero, che trascina nel suo vortice gravitazionale le esigue briciole di credito che l’arte predittiva astrologica tenta con pazienza di preservare, al cospetto di una scienza matrigna che mira alla sua dissoluzione.

Astrology Stars

Quello che si nota nelle Carte Evento di partite con un alto numero di reti (o punti, quando stilate per pronosticare altre discipline sportive) è la compresenza di contatti planetari che suggeriscono un’insolita configurazione ad alto contenuto energetico. Se a questi aspetti tradizionali aggiungiamo i mezzipunti di Ebertin, limitatamente alle combinazioni formate dagli angoli di Ascendente e Medio Cielo (unici fattori astrologici che contribuiscano a differenziare le gare in contemporanea), allora il quadro si fa davvero intrigante.

Esempio di Carta Evento con mezzipunti (midpoints)
Esempio di Carta Evento con mezzipunti (midpoints)

Un felice esperimento statistico riportato nel nostro Manuale di Astrologia del Calcio prosegue quanto osservato ripetutamente in centinaia di Carte Evento, vale a dire che i midpoints di Ebertin contribuiscono in maniera determinante ad influenzare l’entità del punteggio. Ovviamente non può trattarsi di una panacea contro il mal di pancia di tutti i paludati scettici, ma il riscontro statistico è tale da far per lo meno drizzare le antenne alle persone di buona volontà.

astro_soccer_field